mercoledì 28 novembre 2012

BAGNO TURCO E RELAX

L'idea è quella di rilassarsi, corpo e mente, al fine di rimuovere tutta la fatica accumulata in settimane di stress lavorativo o familiare.

Tutti conosciamo, o almeno tutti siamo coscienti degli effetti benefici che un bagno caldo ha sul sistema nervoso.
Aggiungiamo le virtù del vapore e scopriremo il Bagno Turco, detto anche Hammam, un trattamento direttamente proveniente dalla tradizione orientale.
Il bagno turco nasce come 'rituale purificatore' e risale ai tempi degli antichi Greci e Romani.
Le popolazioni Turche ed Arabe, piú tardi, fecero del bagno turco una vera e propria istituzione, ripresa in Occidente, solo negli ultimi tempi.
La base del trattamento rimane quella di immergersi in un bagno di vapore a 50° C, e indulgere in una specie di dolce letargo, in un'atmosfera satura di umidità.
Bisogna sottolineare che fa caldo, molto caldo.
Ma, attenzione a non confondere sauna con bagno turco!
Contrariamente a quanto si pensa, il bagno turco risulta molto meno impegnativo della sauna, la cui specificità è quella di essere calda e secca.
Il caldo umido è molto piú sopportabile del caldo secco, per cui, con poche uscite dall'ambiente saturo di vapore, ad intervalli regolari, il trattamento diviene addirittura piacevole.
Si puó intervallare il trattamento con docce calde o altri trattamenti complementari, prima di tornare al bagno di vapore.
L'importante è essere coscienti che non si tratta semplicemente di sudare, anche se il sudore rappresenta l'effetto piú evidente.
Si tratta anche di alleviare tensioni e rilassarsi, mentre il corpo si impegna al massimo per eliminare tossine e decongestionare le vie respiratorie.
Il bagno turco sembra avere benefici effetti su chi soffre di disturbi del sonno, per chi è affetto da tensioni muscolari di vario tipo, per chi è sensibile agli sbalzi improvvisi di temperatura.
Il trattamento puó essere arricchito con alcune essenze profumate ed oli essenziali, come l'eucalipto, che oltre ad avere un ottimo profumo, risulta particolarmente indicato per chi presenta disturbi alle vie respiratorie.
Il bagno turco inoltre prepara la pelle alla ricezione di trattamenti complementari successivi, come scrub e massaggi vari agli oli essenziali.
Ricordiamo che tutte le persone con problemi cardiovascolari o malattie venose devono evitare il calore del bagno turco, in quanto esso potrebbe aggravare i loro problemi.
A parte questi casi particolari, il vapore dell'Hammam ha ben poche contro-indicazioni, perció l'unico consiglio che ci permettiamo di dare è di lasciarsi andare senza riserve al puro relax di questo millenario trattamento purificatore.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

giovedì 15 novembre 2012

TERME MARCHIGIANE

Continuiamo la nostra rassegna delle terme per regione. Dopo la Toscana, la Calabria ed il Trentino, torniamo un pó piú al centro Italia e diamo un'occhiata alle Terme presenti nelle Marche.

Relax, benessere, arte e buona cucina.
Tra le piú note localitá termali delle Marche, primeggia la bella Acquasanta Terme, già nota ai tempi dei romani e frequentata da Carlo Magno.
Inserita nello splendido contesto naturalistico del Gran Sasso, in provincia di Ascoli Piceno, Acquasanta Terme e' nota per le sue sorgenti di acqua ipertermale che sgorgano da alcune grotte naturali, come la famosa Grotta Sudatoria.
Il luogo è uno dei più tranquilli della zona, perfetto per una vacanza rilassante, con la possibilità di praticare numerosi sport all'aria aperta e cimentarsi nella ricerca di funghi porcini e tartufi neri, ottimi nella zona.
Altra localitá termale molto frequentata e' Montegrimano Terme, a una trentina di Km dalle rinomatissime spiagge di Rimini, Riccione e Gabicce Mare.
Clima temperato per una vacanza in stile relax e benessere.
La strada che sale al paese lo avvolge a spirale fino alla cima, dove sorge maestoso un castello medioevale. A pochi chilometri il piccolo Stato di San Marino e il Castello di Gradara: una stupenda rocca con ben due gironi di mura, 17 torri merlate e tre ponti levatoi.
Le acque di Montegrimano Terme sono di tipo alcalino. Si tratta di acque sulfuree, perfette per essere utilizzate nelle cure idropiniche, nelle inalazioni, nelle patologie relative alla pelle, oltre che per trattare la sordità rinogena, ed acque salsobromoiodiche, usate soprattutto nelle piscine termali, per trattare osteoartrosi e le malattie articolari.
Un altro sito termale molto rinomato e' quello delle Terme di Sarnano.
Si tratta di un bel borgo medioevale, molto rinomato dal punto di vista climatico e termale, con picchi di afflusso turistico anche in inverno, grazie agli 11 chilometri di piste sciistiche.
Si puó praticare snowboard, sci di fondo, sci escursionistico ed alpinistico.
Sarnano ospita sorgenti di acqua bicarbonato calcica ed acque salso sulfuree.
Le acque bicarbonate calciche di Sarnano vengono utilizzate nelle cure idropiniche per trattare calcolosi e infiammazioni urinarie, malattie del ricambio e patologie artroreumatiche.
Promettendoci di riservare un altro post ai restanti e stupendi siti termali delle Marche, ci permettiamo di annoverarne qualcuno.
Assolutamente da non perdere le Terme di Macerata Feltria, le Terme di Fano e di Petriano, in provincia di Pesaro Urbino.
Vicino Ancona, troviamo poi le Terme di Camerano e le Terme di Genga, situate a poca distanza dalla Gola di Frasassi,
Infine le famose Terme di Tolentino, con le Fonti di Santa Lucia, e le Terme di Fermo.

A presto!
Il Team di Termelandia.It
 

giovedì 8 novembre 2012

TERME GOLOSE: LA CIOCCOLATOTERAPIA

Novembre e le sue giornate uggiose. Che fare per dare una sferzata di buon umore al nostro autunno? Nessun dubbio: CIOCCOLATOTERAPIA!

In autunno il web e' pieno di offerte spa e trattamenti termali. Tra questi troviamo un trattamento termale innovativo, ancora non presente in tutti i centri termali, nonostante la richiesta da parte degli utenti sia pressante.
Non si tratta di un trattamento termale 'classico' e per effettuarlo non e' necessaria una ricetta medica, di sicuro peró aromaterapia al cacao e massaggio al cioccolato incuriosiscono.
Negli ultimi tempi infatti il cioccolato e' stato fortemente rivalutato, grazie alla scoperta (beh, un pó giá si sapeva!) della presenza nel cacao di acido stearico e soprattutto della serotonina, sostanza capace di liberare endorfine nel corpo e migliorare il tono dell'umore, arginando gli stati depressivi.
Tutti sanno che il cacao fu importato dall'America nel 1500 e si diffuse in Europa nella prima metà del Seicento. Già allora era giudicato una bevanda molto esclusiva, efficace contro la fatica e mentalmente stimolante.
Piú tardi il cacao ed i suoi squisiti derivati furono messi al bando da tutte le diete, per ovvie ragioni caloriche.
Oggi, per la gioia di tutti gli amanti del dolce, possiamo urlare di nuovo 'Evviva il cioccolato'!
Difficile trovare qualcuno a cui il Cioccolato non piace.
Si puó discutere sul dolce - amaro, al latte - fondente, bianco - nocciole, ma nessuno odia il cioccolato!
Dal punto di vista nutrizionale il cioccolato è ricco di antiossidanti, anti-radicali, ferro, magnesio, fosforo, potassio, calcio, ed e' notoriamente povero di SODIO...
Ricordiamo inoltre che flavonoidi, teobromina e caffeina, completano il quadro del migliore alleato delle donne per combattere solitudine e depressione, ma anche per mantenere la propria bellezza esteriore.
Dulcis in fundo, stiamo infatti parlando del non plus ultra dei massaggi rigeneranti, fatto con cioccolata calda ed oli a base di cacao.
Il massaggio ha durata media minima di un'ora, deve essere effettuato in modo molto lento e la pasta di cacao deve essere abbastanza calda da dilatare i pori e permettere ai principi attivi contenuti nel fango di cacao di penetrare nei pori della pelle.
Per chi invece non desidera compiacersi con i massaggi all'olio caldo al cioccolato, sono disponibili le sale di degustazione e di aromaterapia al cioccolato.
Consigliamo la Cioccolatoterapia di Coppia, un modo unico per scoprire qualcosa di più su se stessi e sull'eventuale partner partecipando a testpsicologici tutti da gustare!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 31 ottobre 2012

TOSCANA E TERME

La Toscana è un'immensa area termale, ricchissima di sorgenti termali ed altre manifestazioni di termalismo naturale.

Oltre ad essere conosciuta oltreoceano per la bellezza dei suoi paesaggi e per l'inestimabile valore delle sue cittá d'arte, la Toscana figura tra le regioni italiane piú visitate dagli amanti del benessere e del relax termale.
E' inutile enumerare le sue localitá termali: chi non conosce Montecatini Terme o Chianciano Terme?
E che dire della stupenda Saturnia?
Colline di lecci, querce e castagni per Chianciano, nella bella Val di Chiana ad una settantina di chilometri da Siena.
Chianciano è nota per la varietá delle sue sorgenti di acqua termale.
Vi si possono trovare acque minerali bicarbonato solfato-calciche, note per migliorare le funzioni epatiche, digestive e biliari, acque carboniche, utilizzate nei bagni carbogassosi e per la preparazione dei fanghi termali, semplici acque oligominerali, utili nelle patologie legate a reni e vie urinarie.
Immerse nelle colline ai piedi dell'Appennino Pistoiese, ecco invece le monumentali Terme di Montecatini.
Numerose le sorgenti naturali di Montecatini Terme, tutte derivanti da strati di roccia calcarea o da sabbie alluvionali: si tratta di acque salse e solfato-alcaline che sgorgano a temperature alla fonte di 24-34°C .
Tra le località termali toscane piu frequentate, tra cascine ed antichi casali, anche la bella Rapolano Terme fa la sua bella figura. Dal suo sottosuolo ricco di zolfo, sgorgano preziose acque ipertermali, caratterizzate dalla presenza di grandi quantità di calcio.
Bagni di Lucca è invece conosciuta per le cosiddette Grotte Calde, cavità naturali a vapore naturale, uniche in Italia, alimentate da acque termali che sgorgano a temperature comprese tra i 39 ed i 53 gradi centigradi.
Adagiate sulle colline pisane, vicino a Volterra, ecco le Terme di Casciana, famose per le acque solfato alcalino terrose.
Nel cuore della Maremma troviamo poi le Terme di Saturnia, con le famosissime acque sulfuree, efficaci nella cura di malattie cutanee (psoriasi), respiratorie, muscoloscheletriche e ginecologiche.
Oltre che agli stabilimenti termali ufficiali , Saturnia ospita delle zone termali libere, il cui accesso quindi non é a pagamento, fra le piú famose e frequentate d`Italia.
La Toscana risulta comunque ricca di queste zone termali libere. Le piú conosciute sono le Terme Libere di Petriolo, le Terme Libere di San Filippo, le Terme Libere di Bagno Vignoni e le Terme Libere di San Casciano.
Buona Toscana a tutti!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 14 ottobre 2012

SLOVENIA: TERRA TERMALE

Come tutti sanno, la Slovenia è uno stato europeo, situato  tra le Alpi e i Balcani nel centro-sud del Vecchio Continente.

Grazie alla sua conformazione geologica, con la maggior parte del territorio formato da rocce di origine carsica o da catene montuose, la Slovenia è una terra molto ricca di fonti termali, note fin dall'antichitá.
La maggior parte delle sorgenti termali infatti, provengono dal sottosuolo e risalgono attraverso strati di rocce minerali, o tra le faglie sottostanti della catena alpina.
Le località termali slovene più rinomate e frequentate sono sicuramente quelle di Portorose, di Capodistria, Catez, Rogaska Slatina, Dobrna.
Una vacanza termale in Slovenia permette di unire ai benefici termali un periodo di sport e relax, da passare soli o in compagnia, in località davvero stupende.
Una delle localitá termali piú conosciute e pubblicizzate è Portoroz, in italiano Portorose, a soli 30 chilometri da Trieste.
Questa solare località sul Golfo di Trieste risulta facilmente raggiungibile con l'autostrada che collega Trieste a Lubiana.
Sempre a pochissima distanza da Trieste troviamo Capodistria, con il bellissimo centro medioevale.
Un posto ideale per trascorrere una rilassante vacanza alle terme praticando sport.
Nella Slovenia Centrale troviamo poi le terme di Dobrna, a soli ottanta km da Lubiana, la bella capitale slovena.
Si tratta del più antico centro termale della Slovenia.
Immerso nel verde di boschi e foreste, il centro termale è uno dei luoghi termali più frequentati dai turisti di tutt'Europa.
Pesca, vela su lago, ciclismo, equitazione, tennis, golf, sono gli sport piú praticati della zona, raggiungibile dall'Italia con pulman organizzati che partono dalla Stazione ferroviaria di Trieste.
A poca distanza da Dorbna ecco invece le Terme Topolšica, mentre, al confine con la Croazia, troviamo un altro fiore all'occhiello della Slovenia termale: le Terme di Rogaška.
Acque sorgive termali minerali con un alto contenuto di magnesio che sgorgano dalle colline incantate, circondate da immensi parchi naturali.
Assolutamente da non perdere anche le Terme Olimia, incastonate in un contesto naturalistico di una bellezza abbagliante, lungo le sponde del fiume Sotla, e le Terme Radenci, note per la presenza di fonti ipertermali, leggendariamente spinte verso la luce dagli gnomi della fantasia popolare slovena.
Per quanto riguarda invece le visitatissime terme di Catez, si trovano a 200 Km da Trieste, circa 100 Km da Lubiana.
L'acqua termale di Catez sgorga ad una temperatura tra i 40 ed i 60°C ed è utilizzata in strutture ricettive molto accoglienti, ma anche molto ambite dai turisti in tutte le stagioni.  Si raccomanda di prenotare con larghissimo anticipo!
Per saperne di piú basta visitare Termelandia.It, alla sezione Terme Europa.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

giovedì 4 ottobre 2012

TERME CALABRIA

Sole, mare e ... TERME!


Questo è un post dedicato a chi pensa che l'estate è finita e le vacanze sono oramai un ricordo lontano.
Non è assolutamente cosí! Prenotate un piccolo viaggio in una qualsiasi zona termale della Calabria, e vedrete che il sole ed il mare non sono mai stati piú attuali di cosí! Persino in pieno ottobre!
Non ci credete? Guardate le temperature in un qualsiasi meteo, e vedrete che gli unici fortunati a godere di temperature estive sono i calabresi!
Allora perché non approfittare di queste temperature e pensare ad una vacanza mordi e fuggi in qualche preziosa localitá termale calabrese?
Qualche spunto?
Le Terme di Cassano sullo Jonio, per esempio, in provincia di Cosenza, dette anche Terme di Sibari: circondate dai bellissimi panorami della Sila e del Monte Pollino e a pochi Km da splendide spiagge, pulitissime e poco frequentate.
Oppure l'antichissimo sito termale di Spezzano Albanese, costruito intorno alla Fonte Turio ed alla Fonte delle Grazie, con acque salsobromoiodiche ed acque cloruro sodiche.
Non dimentichiamo poi le Terme Luigiane di Acquappesa, sulla costa tirrenica, la cui origine sembra addirittura risalente alla leggenda di Enea.
Qui troverete le preziose acque termali sulfuree forti, utilizzate nella fangoterapia, nelle cure dell'apparato respiratorio, dell'apparato ginecologico e per le patologie legate alla pelle.
A Catanzaro troviamo invece le acque termali di Lamezia Terme Nicastro, scoperte ed apprezzate ancora prima dell'avvento dei romani e poi dei normanni.
Le acque minerali di Lamezia, che sgorgano alla temperatura di 38-39°C, sono acque sulfuree solfato alcalino iodiche, a tratti ricche di arsenico, e nascono dalle due famose sorgenti di Sant'Elia e di Caronte.
La zona termale è circondata dai Monti dell'Appennino ed è disseminata di castelli normanni, santuari del Rinascimento e siti archeologici greci e romani.
Da segnalare anche le Terme di Galatro Sant'Elia, in provincia di Reggio Calabria, vicino alla bella città di Vibo Valentia e, più a sud, le Terme di Locri, a poca distanza dall'Aspromonte e dalle spiagge del Mar Ionio. Gli istituti termali delle due splendide località benessere offrono acque termali sulfuree salso iodiche e la possibilità di effettuare fantastiche escursioni nelle zone circostanti, disseminate di siti archeologici e di straordinari santuari.
Come sempre, un occhio di riguardo a chi non puó o non vuole spendere un patrimonio alle terme: in Calabria esiste la localitá termale QUASI GRATIS di Cerchiara.
Piscine termali, fanghi termali ed un ampio spiazzo dove godere dei raggi del sole, a pochissimi euro!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

martedì 25 settembre 2012

PSORIASI E TERME

La Psoriasi è una patologia della pelle che non sembra ancora aver trovato in medicina una soluzione definitiva.

Si tratta di una malattia dermatologica che deriva da piú concause, tra cui alcune di origine nervosa.
Sembra infatti che lo stress peggiori la situazione.
Il problema è che il fatto di essere affetti da psoriasi, spesso risulta 'di per sé' psicologicamente imbarazzante e apportatore di stress per chi ne soffre, per cui gestire questa malattia autoimmune risulta davvero difficile.
Alle Terme, la psoriasi viene trattata essenzialmente con acque di tipo sulfureo e salsobromoiodico, impiegate in differenti terapie: bagni termali, docce termali, fanghi termali, ecc... 
La presenza dello zolfo è indispensabile, in quanto esso possiede la proprietá di levigare la pelle, favorendo un 'ricambio dolce' della pelle delle zone colpite.
Non tutti sanno, peró, che la psoriasi è una di quelle patologie per cui il Servizio Sanitario Nazionale offre, gratuitamente, a tutti i cittadini italiani due cicli di cure gratuite all'anno.
E' sufficiente la ricetta del proprio medico curante, per poter accedere alle cure termali, nei centri convenzionati con il SSN, senza pagare il relativo trattamento.
Ben 12 giorni, per donare alla pelle afflitta da questa fastidiosa patologia, un aiuto, soprattutto nel periodo invernale, quando l'assenza diretta del sole porta ad un peggioramento repentino della situazione.
E' infatti statisticamente provato che il sole apporta un netto miglioramento, ma piú ci si addentra nella stagione invernale, piú si creano placche che si arrossano e successivamente cominciano a desquamare e, nei casi piú gravi, portano addirittura il soggetto a sentire dolore.
Le terme sono un valido aiuto per chi soffre di psoriasi, sia dal punto di vista psicologico (l'ambiente termale è per antonomasia un ambiente rilassante), sia dal punto di vista medico, in quanto la pelle, trattata con la giusta acqua termale, ritrova il giusto equilibrio, con miglioramenti quasi istantanei.
Su TermeGratis.Com troverete qualche informazione utile da conoscere, prima di effettuare le cure.
Consigliamo perció di non perdere tempo e presentarsi dal medico di fiducia per chiedere informazioni sul ciclo di cure termali non appena i primi disturbi si presentano.
Scegli la localitá termale piú vicino a te ed affidati a medici esperti che si prenderanno cura di te mentre tu non dovrai far altro che rilassarti!

A presto!
Il Team di Termelandia.It