martedì 25 settembre 2012

PSORIASI E TERME

La Psoriasi è una patologia della pelle che non sembra ancora aver trovato in medicina una soluzione definitiva.

Si tratta di una malattia dermatologica che deriva da piú concause, tra cui alcune di origine nervosa.
Sembra infatti che lo stress peggiori la situazione.
Il problema è che il fatto di essere affetti da psoriasi, spesso risulta 'di per sé' psicologicamente imbarazzante e apportatore di stress per chi ne soffre, per cui gestire questa malattia autoimmune risulta davvero difficile.
Alle Terme, la psoriasi viene trattata essenzialmente con acque di tipo sulfureo e salsobromoiodico, impiegate in differenti terapie: bagni termali, docce termali, fanghi termali, ecc... 
La presenza dello zolfo è indispensabile, in quanto esso possiede la proprietá di levigare la pelle, favorendo un 'ricambio dolce' della pelle delle zone colpite.
Non tutti sanno, peró, che la psoriasi è una di quelle patologie per cui il Servizio Sanitario Nazionale offre, gratuitamente, a tutti i cittadini italiani due cicli di cure gratuite all'anno.
E' sufficiente la ricetta del proprio medico curante, per poter accedere alle cure termali, nei centri convenzionati con il SSN, senza pagare il relativo trattamento.
Ben 12 giorni, per donare alla pelle afflitta da questa fastidiosa patologia, un aiuto, soprattutto nel periodo invernale, quando l'assenza diretta del sole porta ad un peggioramento repentino della situazione.
E' infatti statisticamente provato che il sole apporta un netto miglioramento, ma piú ci si addentra nella stagione invernale, piú si creano placche che si arrossano e successivamente cominciano a desquamare e, nei casi piú gravi, portano addirittura il soggetto a sentire dolore.
Le terme sono un valido aiuto per chi soffre di psoriasi, sia dal punto di vista psicologico (l'ambiente termale è per antonomasia un ambiente rilassante), sia dal punto di vista medico, in quanto la pelle, trattata con la giusta acqua termale, ritrova il giusto equilibrio, con miglioramenti quasi istantanei.
Su TermeGratis.Com troverete qualche informazione utile da conoscere, prima di effettuare le cure.
Consigliamo perció di non perdere tempo e presentarsi dal medico di fiducia per chiedere informazioni sul ciclo di cure termali non appena i primi disturbi si presentano.
Scegli la localitá termale piú vicino a te ed affidati a medici esperti che si prenderanno cura di te mentre tu non dovrai far altro che rilassarti!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 19 settembre 2012

IL TRENTINO E LE SUE TERME

Trentino: Dolomiti, Lago di Garda, piste da sci, ottimi vini e... benessere termale!

Il Trentino possiede un numero elevatissimo di sorgenti termali: chi non ha mai sentito parlare delle stupende aree termali trentine di Levico Terme, Merano, Pejo o Comano Terme?
Una delle localitá termali più conosciute e frequentate del Trentino è di sicuro Levico Terme, in provincia di Trento. Una delle poche in Italia ad offrire una preziosa acqua arsenicale.
Se ci fosse ancora qualche dubbio, sí! Parliamo di acque all'arsenico, il famoso veleno.
Ma niente paura, è scientificamente provato che la quantitá di arsenico presente in queste acque fredde e ferruginose non apporta alcun danno all'organismo, anzi!
Sembra che queste acque siano utilissime per trattare le patologie delle alte vie respiratorie, per combattere artrosi e reumatismi, patologie legate alla tiroide, e sembrano avere anche utili riscontri nelle cura di patologie ansiose.
Un'altra localitá termale molto frequentata dagli amanti delle terme è Comano Terme, inserita in un contesto naturalistico di inestimabile valore tra il lago di Garda e le Dolomiti del Brenta.
Le sorgenti termali di Comano offrono acque oligominerali ipotermali bicarbonato magnesiache, utilizzate principalmente per trattare psoriasi ed altre allergie della pelle.
Verde, pace, tranquillità, sono l'imperativo di chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna della natura e del benessere, secondo le regole dettate dall'antica tradizione di ospitalità trentina. Nulla di più piacevole, dopo una mattina passata alle terme, di riscoprire gli antichi borghi contadini dove rivivere usi, costumi e, soprattutto, la buonissima cucina del posto.
E cosa dire di Merano e delle sue acque fredde radioattive oligominerali?
Radioattive? Proprio cosí!
Sembra che il Trentino campeggi nella classifica delle acque pericolose!
Ovviamente scherziamo! Anche in questo caso risulta scientificamente provato che le acque al radon di Merano, 'leggermente' radioattive, hanno proprietà analgesiche, sedative ed ipotensive, introvabili in altri tipi di acque termali.
Merano significa benessere, sci, canottaggio, golf, trekking, cavalcate ed escursioni nei boschi, senza parlare di tutte le altre attività folkloristiche che la cittadina offre per intrattenere i suoi ospiti.
Infine, ci permettiamo di annoverare tra le tante localitá termali trentine, Pejo Terme, una stupenda cittadina inserita tra i due parchi naturali dello Stelvio e dell'Adamello, a pochi passi dalle piste da sci e dai laghi alpini del Trentino. Le cinque sorgenti di acqua fredda erano conosciutissime sin dai tempi della dinastia degli Asburgo, che già allora si faceva imbottigliare e spedire le bottiglie di acqua.
Si tratta di acque oligominerali fredde, utilizzate soprattutto nelle terapie idropiniche per stimolare la diuresi ed eliminare gli acidi urici, di acque bicarbonato ferruginose, utilizzate nella cura di gastriti ed ulcere e nelle anemie carenziali di ferro, e di acque di tipo carbonico, utilizzata per la prevenzione dei calcoli e dell'osteoporosi.
Per ulteriori informazioni, consultare le pagine di Termelandia.It, dedicate a queste invitanti localitá termali trentine.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

sabato 8 settembre 2012

CELLULITE, CHE STRESS!

Non esiste sito, giornale, forum o blog dedicato alla salute che non presenti almeno un accenno alla nemica numero uno delle donne: la cellulite.

Anche noi di Termelandia.It non saremo da meno.

Fa capolino prestissimo, inizia come un piccolo alone sul lato B, quindi attacca i fianchi, le cosce, le gambe.
Sembra di giocare a Risiko: ogni anno una regione del corpo femminile cede il passo a questa irriducibile patologia che sembra affettare la maggioranza delle donne dai 25 in su.
Le riviste patinate mostrano, oggi, la foto di una modella perfetta, senza un filo di cellulite, per poi vendere, domani, l'inesorabile scoop che dimostra che anche la nostra 'bella delle belle' ha ceduto al nemico numero uno qualche centimetro del suo milionario corpo.
Ma cos'é la cellulite? E' davvero da considerarsi una malattia? E' possibile combatterla? Esistono donne 'esenti'?
Belle domande! Di certo c'é solo che, se la maggioranza degli uomini ammettono di non essere per nulla impressionati da una pelle a buccia d'arancia o da quei micidiali cuscinetti adiposi, ogni donna presente sulla faccia della terra venderebbe l'anima al diavolo per trovare la ricetta giusta per liberarsi da quella seconda fastidiosissima pelle!.
Il problema sembra non essere solo il brutto aspetto: la maggioranza degli esperti dice che si tratta di una patologia seria, legata alla circolazione: quei ristagni di liquido altro non sono che il campanello d'allarme di qualcosa che non va.
Se fosse cosí peró la stragrande maggioranza delle donne sarebbe da considerarsi 'malata'!
I dubbi iniziano a farsi strada: se la cellulite è una normale conseguenza del passare degli anni, a cosa servono le creme, le pillole, i massaggi alle terme, le ore in palestra?
Altri dubbi sorgono inesorabili: ma se poi effettivamente alimentazione, sport e creme sono utili ad arginare il problema, devo arrendermi cosí presto?
Tra una indecisione e l'altra la cellulite ha ricoperto un altro centimetro di pelle.
Cosa fare allora? Nel dubbio sembra che le donne preferiscano continuare a combatterla.
Qualche ora di palestra per rendere piú tonico lato B e gambe, una sana alimentazione, con frutta e verdura in primo piano (e qualche croissant in meno), qualche seduta di linfodrenaggio, una seduta di fangoterapia e, per chi non ha problemi di portafoglio, una 'ritoccatina' con qualche nuova terapia invasiva.
Venderemo caro il prossimo centimetro di pelle!

A presto!
Il Team di Termelandia.It