sabato 29 dicembre 2012

SORGENTI TERMALI IN ABRUZZO

La tradizione termale in Abruzzo, nonostante le antichissime sorgenti termali presenti sul territorio, ha un vita relativamente recente.


Fino a 20 anni fa infatti le localitá termali abruzzesi potevano contare su piccoli stabilimenti e scarsa pubblicitá. Oggi le cose sono nettamente cambiate... ed in meglio!
Partiamo dalla bella località termale di Caramanico Terme, inserita nello splendido contesto naturalistico della Valle Orfento. Si tratta di un antico borgo che vanta la presenza di palazzi e fontane settecenteschi, stupende Chiese, come quella di Santa Maria Maggiore, di San Domenico e di San Nicola, per non parlare dei solitari eremi, incastonati nella roccia del Parco della Majella.
Le acque oligominerali sulfuree, giá rinomate nel 1500, attirarono da sempre visitatori da ogni parte d'Italia.
Caramanico Terme è un esclusivo luogo per la ricerca del Benessere e del Relax, anche grazie alla vicinanza del mare che rende il clima molto gradevole.
Molte le occasioni di svago e divertimento nei pressi delle attrezzatissime terme; per la gioia degli sportivi sono presenti sentieri e pareti rocciose adatte al climbing, con la possibilità di escursioni guidate.
Un'altra localitá termale rinomata sin dal medioevo è Popoli, a poca distanza dalla Riserva naturale delle Sorgenti del fiume Pescara e dal limpidissimo laghetto Capo Pescara, meta di diverse escursioni.
Le acque termali utilizzate alle Terme di Popoli sono acque sulfuree bicarbonate calciche,  molto ricercate grazie al loro grado solfidrometrico, che risulta tra i piú alti d'Italia.
L'acqua sulfurea della famosa Sorgente De Contra viene utilizzata in diverse terapie termali, in particolare risulta utile nel trattamento di particolari patologie in ambito reumatologico ed otorinolaringoiatrico.
A qualche Km da Popoli si trova un'altra famosa localitá termale abruzzese: Raiano.
Ci troviamo nella Comunitá Montana Peligna, di cui fa anche parte la stupenda Sulmona, patria del poeta Ovidio e famosa per i suoi palazzi gentilizi, la Cattedrale di San Panfilo e il Complesso di Sant'Annunziata.
Le acque termali di Raiano, provenienti da un'antica sorgente romana, risultano ricche di zolfo e calcio, ma purtroppo sono a tutt'oggi inutilizzate, in attesa di un progetto per rilanciare questa zona termale.
In attesa di un secondo post sulle localitá termali abruzzesi, Vi invitiamo a consultare Termelandia.It.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 9 dicembre 2012

TERME LOMBARDIA

Una delle regioni italiane che meglio hanno saputo esaltare la presenza di siti termali sul proprio territorio è la Lombardia.

La quasi totalitá delle localitá termali lombarde sono infatti incastonate in contesti naturalistici davvero notevoli, con eccellenti strutture alberghiere e numerose attrazioni turistiche, molto ben collegate con le grandi cittá.
Sperando di fare cosa gradita, facciamo una piccola panoramica di questi siti termali, invitandoVi a visitare Termelandia.It per conoscere le specifiche di ogni localitá termale lombarda.
Iniziamo con uno dei siti termali piú suggestivi e visitati d'Italia: Sirmione, con le sue acque sulfuree e salsobromoiodiche della Fonte Boiola, che sgorgano alla temperatura di 70 °C!
Siamo sul Lago di Garda, in provincia di Brescia, vicino a Desenzano sul Garda e Peschiera, Salò e Malcesine. Si tratta di un incantevole angolo di natura, arte, storia e benessere.
Le Terme di Sirmione, con gli splendidi panorami della Rocca Scaligera e delle Grotte di Catullo, fanno da sfondo ad una vacanza termale indimenticabile, in hotel termali 'da favola' immersi in parchi 'da favola' con panorami 'da favola'.
Un altro sito termale lombardo molto noto è Boario Terme.
Siamo sempre in provincia di Brescia, tra la Valcamonica e la Val di Scalve, luogo perfetto per chi ama la storia dell'arte, data la presenza di innumerevoli castelli, rocche e chiese da visitare. Imperdibili le escursioni nei parchi naturali dell'Adamello e dello Stelvio.
Le Terme di Boario sono particolarmente conosciute per le sue acque minerali fredde.
Spostiamoci ora in provincia di Sondrio, dove troviamo un'altra località termale molto nota per la sua tradizione sciistica: Bormio.
Ci troviamo a pochi Km dall'incantevole Parco Naturale dello Stelvio, sistematicamente preso d'assalto al primo apparire della neve.
Ben 9 sorgenti d'acqua rigeneranti e disintossicanti, unite all'ottima ospitalità alberghiera ed al divertimento assicurato, fanno di questa ridente località lombarda un centro termale d'eccellenza per il recupero psico-fisico.
Da segnalare anche le Terme di San Pellegrino, vicino Bergamo, famose per le acque amare e per le numerose ville da visitare, costruite all'inizio del XX secolo per ospitare i turisti aristocratici che già allora approfittavano dei benefici effetti delle fonti di San Pellegrino.
Le Terme sono peró momentaneamente chiuse ed in attesa di ristrutturazione.
Per questione di spazio, completiamo questo post con altri siti termali della Lombardia, promettendo di tornare a breve con piú specifiche su ognuno di essi.
In provincia di Pavia troviamo diverse alternative per un piacevole soggiorno termale: dalle Fonti di Rivanazzano e quelle di Salice Terme, nell'incantato Oltrepò Pavese, a quelle di Miradolo Terme, tra boschi e castelli medioevali.
Altre famose località lacustri situate nei dintorni del Lago di Garda, dove approfittare del relax e della tranquillità, sono le Terme di Trescore Balneario, le Terme di Ome o gli impianti termali di Vallio Terme.
In particolare le Terme di Vallio, immerse nel verde di un parco di circa 40.000 metri quadrati, sono l'ideale per chi vuole abbinare specifiche cure termali ad un week-end rilassante e rigenerativo, in una stupenda valle a contatto con la natura.
Le Terme di Vallio offrono un'acqua oligominerale bicarbonato-alcalina molto diuretica e con una forte azione antispastica e decongestionante, particolarmente indicata in una dieta povera di sodio.
Poco distante dalle terme di Boario sorgono le nuove Terme di Angolo, le cui sorgenti termali sono state scoperte recentemente tra il Lago Moro ed il Lago d'Iseo. Un luogo incantevole dove passare qualche giorno di puro relax a pochi Km dalla Valcamonica.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 28 novembre 2012

BAGNO TURCO E RELAX

L'idea è quella di rilassarsi, corpo e mente, al fine di rimuovere tutta la fatica accumulata in settimane di stress lavorativo o familiare.

Tutti conosciamo, o almeno tutti siamo coscienti degli effetti benefici che un bagno caldo ha sul sistema nervoso.
Aggiungiamo le virtù del vapore e scopriremo il Bagno Turco, detto anche Hammam, un trattamento direttamente proveniente dalla tradizione orientale.
Il bagno turco nasce come 'rituale purificatore' e risale ai tempi degli antichi Greci e Romani.
Le popolazioni Turche ed Arabe, piú tardi, fecero del bagno turco una vera e propria istituzione, ripresa in Occidente, solo negli ultimi tempi.
La base del trattamento rimane quella di immergersi in un bagno di vapore a 50° C, e indulgere in una specie di dolce letargo, in un'atmosfera satura di umidità.
Bisogna sottolineare che fa caldo, molto caldo.
Ma, attenzione a non confondere sauna con bagno turco!
Contrariamente a quanto si pensa, il bagno turco risulta molto meno impegnativo della sauna, la cui specificità è quella di essere calda e secca.
Il caldo umido è molto piú sopportabile del caldo secco, per cui, con poche uscite dall'ambiente saturo di vapore, ad intervalli regolari, il trattamento diviene addirittura piacevole.
Si puó intervallare il trattamento con docce calde o altri trattamenti complementari, prima di tornare al bagno di vapore.
L'importante è essere coscienti che non si tratta semplicemente di sudare, anche se il sudore rappresenta l'effetto piú evidente.
Si tratta anche di alleviare tensioni e rilassarsi, mentre il corpo si impegna al massimo per eliminare tossine e decongestionare le vie respiratorie.
Il bagno turco sembra avere benefici effetti su chi soffre di disturbi del sonno, per chi è affetto da tensioni muscolari di vario tipo, per chi è sensibile agli sbalzi improvvisi di temperatura.
Il trattamento puó essere arricchito con alcune essenze profumate ed oli essenziali, come l'eucalipto, che oltre ad avere un ottimo profumo, risulta particolarmente indicato per chi presenta disturbi alle vie respiratorie.
Il bagno turco inoltre prepara la pelle alla ricezione di trattamenti complementari successivi, come scrub e massaggi vari agli oli essenziali.
Ricordiamo che tutte le persone con problemi cardiovascolari o malattie venose devono evitare il calore del bagno turco, in quanto esso potrebbe aggravare i loro problemi.
A parte questi casi particolari, il vapore dell'Hammam ha ben poche contro-indicazioni, perció l'unico consiglio che ci permettiamo di dare è di lasciarsi andare senza riserve al puro relax di questo millenario trattamento purificatore.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

giovedì 15 novembre 2012

TERME MARCHIGIANE

Continuiamo la nostra rassegna delle terme per regione. Dopo la Toscana, la Calabria ed il Trentino, torniamo un pó piú al centro Italia e diamo un'occhiata alle Terme presenti nelle Marche.

Relax, benessere, arte e buona cucina.
Tra le piú note localitá termali delle Marche, primeggia la bella Acquasanta Terme, già nota ai tempi dei romani e frequentata da Carlo Magno.
Inserita nello splendido contesto naturalistico del Gran Sasso, in provincia di Ascoli Piceno, Acquasanta Terme e' nota per le sue sorgenti di acqua ipertermale che sgorgano da alcune grotte naturali, come la famosa Grotta Sudatoria.
Il luogo è uno dei più tranquilli della zona, perfetto per una vacanza rilassante, con la possibilità di praticare numerosi sport all'aria aperta e cimentarsi nella ricerca di funghi porcini e tartufi neri, ottimi nella zona.
Altra localitá termale molto frequentata e' Montegrimano Terme, a una trentina di Km dalle rinomatissime spiagge di Rimini, Riccione e Gabicce Mare.
Clima temperato per una vacanza in stile relax e benessere.
La strada che sale al paese lo avvolge a spirale fino alla cima, dove sorge maestoso un castello medioevale. A pochi chilometri il piccolo Stato di San Marino e il Castello di Gradara: una stupenda rocca con ben due gironi di mura, 17 torri merlate e tre ponti levatoi.
Le acque di Montegrimano Terme sono di tipo alcalino. Si tratta di acque sulfuree, perfette per essere utilizzate nelle cure idropiniche, nelle inalazioni, nelle patologie relative alla pelle, oltre che per trattare la sordità rinogena, ed acque salsobromoiodiche, usate soprattutto nelle piscine termali, per trattare osteoartrosi e le malattie articolari.
Un altro sito termale molto rinomato e' quello delle Terme di Sarnano.
Si tratta di un bel borgo medioevale, molto rinomato dal punto di vista climatico e termale, con picchi di afflusso turistico anche in inverno, grazie agli 11 chilometri di piste sciistiche.
Si puó praticare snowboard, sci di fondo, sci escursionistico ed alpinistico.
Sarnano ospita sorgenti di acqua bicarbonato calcica ed acque salso sulfuree.
Le acque bicarbonate calciche di Sarnano vengono utilizzate nelle cure idropiniche per trattare calcolosi e infiammazioni urinarie, malattie del ricambio e patologie artroreumatiche.
Promettendoci di riservare un altro post ai restanti e stupendi siti termali delle Marche, ci permettiamo di annoverarne qualcuno.
Assolutamente da non perdere le Terme di Macerata Feltria, le Terme di Fano e di Petriano, in provincia di Pesaro Urbino.
Vicino Ancona, troviamo poi le Terme di Camerano e le Terme di Genga, situate a poca distanza dalla Gola di Frasassi,
Infine le famose Terme di Tolentino, con le Fonti di Santa Lucia, e le Terme di Fermo.

A presto!
Il Team di Termelandia.It
 

giovedì 8 novembre 2012

TERME GOLOSE: LA CIOCCOLATOTERAPIA

Novembre e le sue giornate uggiose. Che fare per dare una sferzata di buon umore al nostro autunno? Nessun dubbio: CIOCCOLATOTERAPIA!

In autunno il web e' pieno di offerte spa e trattamenti termali. Tra questi troviamo un trattamento termale innovativo, ancora non presente in tutti i centri termali, nonostante la richiesta da parte degli utenti sia pressante.
Non si tratta di un trattamento termale 'classico' e per effettuarlo non e' necessaria una ricetta medica, di sicuro peró aromaterapia al cacao e massaggio al cioccolato incuriosiscono.
Negli ultimi tempi infatti il cioccolato e' stato fortemente rivalutato, grazie alla scoperta (beh, un pó giá si sapeva!) della presenza nel cacao di acido stearico e soprattutto della serotonina, sostanza capace di liberare endorfine nel corpo e migliorare il tono dell'umore, arginando gli stati depressivi.
Tutti sanno che il cacao fu importato dall'America nel 1500 e si diffuse in Europa nella prima metà del Seicento. Già allora era giudicato una bevanda molto esclusiva, efficace contro la fatica e mentalmente stimolante.
Piú tardi il cacao ed i suoi squisiti derivati furono messi al bando da tutte le diete, per ovvie ragioni caloriche.
Oggi, per la gioia di tutti gli amanti del dolce, possiamo urlare di nuovo 'Evviva il cioccolato'!
Difficile trovare qualcuno a cui il Cioccolato non piace.
Si puó discutere sul dolce - amaro, al latte - fondente, bianco - nocciole, ma nessuno odia il cioccolato!
Dal punto di vista nutrizionale il cioccolato è ricco di antiossidanti, anti-radicali, ferro, magnesio, fosforo, potassio, calcio, ed e' notoriamente povero di SODIO...
Ricordiamo inoltre che flavonoidi, teobromina e caffeina, completano il quadro del migliore alleato delle donne per combattere solitudine e depressione, ma anche per mantenere la propria bellezza esteriore.
Dulcis in fundo, stiamo infatti parlando del non plus ultra dei massaggi rigeneranti, fatto con cioccolata calda ed oli a base di cacao.
Il massaggio ha durata media minima di un'ora, deve essere effettuato in modo molto lento e la pasta di cacao deve essere abbastanza calda da dilatare i pori e permettere ai principi attivi contenuti nel fango di cacao di penetrare nei pori della pelle.
Per chi invece non desidera compiacersi con i massaggi all'olio caldo al cioccolato, sono disponibili le sale di degustazione e di aromaterapia al cioccolato.
Consigliamo la Cioccolatoterapia di Coppia, un modo unico per scoprire qualcosa di più su se stessi e sull'eventuale partner partecipando a testpsicologici tutti da gustare!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 31 ottobre 2012

TOSCANA E TERME

La Toscana è un'immensa area termale, ricchissima di sorgenti termali ed altre manifestazioni di termalismo naturale.

Oltre ad essere conosciuta oltreoceano per la bellezza dei suoi paesaggi e per l'inestimabile valore delle sue cittá d'arte, la Toscana figura tra le regioni italiane piú visitate dagli amanti del benessere e del relax termale.
E' inutile enumerare le sue localitá termali: chi non conosce Montecatini Terme o Chianciano Terme?
E che dire della stupenda Saturnia?
Colline di lecci, querce e castagni per Chianciano, nella bella Val di Chiana ad una settantina di chilometri da Siena.
Chianciano è nota per la varietá delle sue sorgenti di acqua termale.
Vi si possono trovare acque minerali bicarbonato solfato-calciche, note per migliorare le funzioni epatiche, digestive e biliari, acque carboniche, utilizzate nei bagni carbogassosi e per la preparazione dei fanghi termali, semplici acque oligominerali, utili nelle patologie legate a reni e vie urinarie.
Immerse nelle colline ai piedi dell'Appennino Pistoiese, ecco invece le monumentali Terme di Montecatini.
Numerose le sorgenti naturali di Montecatini Terme, tutte derivanti da strati di roccia calcarea o da sabbie alluvionali: si tratta di acque salse e solfato-alcaline che sgorgano a temperature alla fonte di 24-34°C .
Tra le località termali toscane piu frequentate, tra cascine ed antichi casali, anche la bella Rapolano Terme fa la sua bella figura. Dal suo sottosuolo ricco di zolfo, sgorgano preziose acque ipertermali, caratterizzate dalla presenza di grandi quantità di calcio.
Bagni di Lucca è invece conosciuta per le cosiddette Grotte Calde, cavità naturali a vapore naturale, uniche in Italia, alimentate da acque termali che sgorgano a temperature comprese tra i 39 ed i 53 gradi centigradi.
Adagiate sulle colline pisane, vicino a Volterra, ecco le Terme di Casciana, famose per le acque solfato alcalino terrose.
Nel cuore della Maremma troviamo poi le Terme di Saturnia, con le famosissime acque sulfuree, efficaci nella cura di malattie cutanee (psoriasi), respiratorie, muscoloscheletriche e ginecologiche.
Oltre che agli stabilimenti termali ufficiali , Saturnia ospita delle zone termali libere, il cui accesso quindi non é a pagamento, fra le piú famose e frequentate d`Italia.
La Toscana risulta comunque ricca di queste zone termali libere. Le piú conosciute sono le Terme Libere di Petriolo, le Terme Libere di San Filippo, le Terme Libere di Bagno Vignoni e le Terme Libere di San Casciano.
Buona Toscana a tutti!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 14 ottobre 2012

SLOVENIA: TERRA TERMALE

Come tutti sanno, la Slovenia è uno stato europeo, situato  tra le Alpi e i Balcani nel centro-sud del Vecchio Continente.

Grazie alla sua conformazione geologica, con la maggior parte del territorio formato da rocce di origine carsica o da catene montuose, la Slovenia è una terra molto ricca di fonti termali, note fin dall'antichitá.
La maggior parte delle sorgenti termali infatti, provengono dal sottosuolo e risalgono attraverso strati di rocce minerali, o tra le faglie sottostanti della catena alpina.
Le località termali slovene più rinomate e frequentate sono sicuramente quelle di Portorose, di Capodistria, Catez, Rogaska Slatina, Dobrna.
Una vacanza termale in Slovenia permette di unire ai benefici termali un periodo di sport e relax, da passare soli o in compagnia, in località davvero stupende.
Una delle localitá termali piú conosciute e pubblicizzate è Portoroz, in italiano Portorose, a soli 30 chilometri da Trieste.
Questa solare località sul Golfo di Trieste risulta facilmente raggiungibile con l'autostrada che collega Trieste a Lubiana.
Sempre a pochissima distanza da Trieste troviamo Capodistria, con il bellissimo centro medioevale.
Un posto ideale per trascorrere una rilassante vacanza alle terme praticando sport.
Nella Slovenia Centrale troviamo poi le terme di Dobrna, a soli ottanta km da Lubiana, la bella capitale slovena.
Si tratta del più antico centro termale della Slovenia.
Immerso nel verde di boschi e foreste, il centro termale è uno dei luoghi termali più frequentati dai turisti di tutt'Europa.
Pesca, vela su lago, ciclismo, equitazione, tennis, golf, sono gli sport piú praticati della zona, raggiungibile dall'Italia con pulman organizzati che partono dalla Stazione ferroviaria di Trieste.
A poca distanza da Dorbna ecco invece le Terme Topolšica, mentre, al confine con la Croazia, troviamo un altro fiore all'occhiello della Slovenia termale: le Terme di Rogaška.
Acque sorgive termali minerali con un alto contenuto di magnesio che sgorgano dalle colline incantate, circondate da immensi parchi naturali.
Assolutamente da non perdere anche le Terme Olimia, incastonate in un contesto naturalistico di una bellezza abbagliante, lungo le sponde del fiume Sotla, e le Terme Radenci, note per la presenza di fonti ipertermali, leggendariamente spinte verso la luce dagli gnomi della fantasia popolare slovena.
Per quanto riguarda invece le visitatissime terme di Catez, si trovano a 200 Km da Trieste, circa 100 Km da Lubiana.
L'acqua termale di Catez sgorga ad una temperatura tra i 40 ed i 60°C ed è utilizzata in strutture ricettive molto accoglienti, ma anche molto ambite dai turisti in tutte le stagioni.  Si raccomanda di prenotare con larghissimo anticipo!
Per saperne di piú basta visitare Termelandia.It, alla sezione Terme Europa.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

giovedì 4 ottobre 2012

TERME CALABRIA

Sole, mare e ... TERME!


Questo è un post dedicato a chi pensa che l'estate è finita e le vacanze sono oramai un ricordo lontano.
Non è assolutamente cosí! Prenotate un piccolo viaggio in una qualsiasi zona termale della Calabria, e vedrete che il sole ed il mare non sono mai stati piú attuali di cosí! Persino in pieno ottobre!
Non ci credete? Guardate le temperature in un qualsiasi meteo, e vedrete che gli unici fortunati a godere di temperature estive sono i calabresi!
Allora perché non approfittare di queste temperature e pensare ad una vacanza mordi e fuggi in qualche preziosa localitá termale calabrese?
Qualche spunto?
Le Terme di Cassano sullo Jonio, per esempio, in provincia di Cosenza, dette anche Terme di Sibari: circondate dai bellissimi panorami della Sila e del Monte Pollino e a pochi Km da splendide spiagge, pulitissime e poco frequentate.
Oppure l'antichissimo sito termale di Spezzano Albanese, costruito intorno alla Fonte Turio ed alla Fonte delle Grazie, con acque salsobromoiodiche ed acque cloruro sodiche.
Non dimentichiamo poi le Terme Luigiane di Acquappesa, sulla costa tirrenica, la cui origine sembra addirittura risalente alla leggenda di Enea.
Qui troverete le preziose acque termali sulfuree forti, utilizzate nella fangoterapia, nelle cure dell'apparato respiratorio, dell'apparato ginecologico e per le patologie legate alla pelle.
A Catanzaro troviamo invece le acque termali di Lamezia Terme Nicastro, scoperte ed apprezzate ancora prima dell'avvento dei romani e poi dei normanni.
Le acque minerali di Lamezia, che sgorgano alla temperatura di 38-39°C, sono acque sulfuree solfato alcalino iodiche, a tratti ricche di arsenico, e nascono dalle due famose sorgenti di Sant'Elia e di Caronte.
La zona termale è circondata dai Monti dell'Appennino ed è disseminata di castelli normanni, santuari del Rinascimento e siti archeologici greci e romani.
Da segnalare anche le Terme di Galatro Sant'Elia, in provincia di Reggio Calabria, vicino alla bella città di Vibo Valentia e, più a sud, le Terme di Locri, a poca distanza dall'Aspromonte e dalle spiagge del Mar Ionio. Gli istituti termali delle due splendide località benessere offrono acque termali sulfuree salso iodiche e la possibilità di effettuare fantastiche escursioni nelle zone circostanti, disseminate di siti archeologici e di straordinari santuari.
Come sempre, un occhio di riguardo a chi non puó o non vuole spendere un patrimonio alle terme: in Calabria esiste la localitá termale QUASI GRATIS di Cerchiara.
Piscine termali, fanghi termali ed un ampio spiazzo dove godere dei raggi del sole, a pochissimi euro!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

martedì 25 settembre 2012

PSORIASI E TERME

La Psoriasi è una patologia della pelle che non sembra ancora aver trovato in medicina una soluzione definitiva.

Si tratta di una malattia dermatologica che deriva da piú concause, tra cui alcune di origine nervosa.
Sembra infatti che lo stress peggiori la situazione.
Il problema è che il fatto di essere affetti da psoriasi, spesso risulta 'di per sé' psicologicamente imbarazzante e apportatore di stress per chi ne soffre, per cui gestire questa malattia autoimmune risulta davvero difficile.
Alle Terme, la psoriasi viene trattata essenzialmente con acque di tipo sulfureo e salsobromoiodico, impiegate in differenti terapie: bagni termali, docce termali, fanghi termali, ecc... 
La presenza dello zolfo è indispensabile, in quanto esso possiede la proprietá di levigare la pelle, favorendo un 'ricambio dolce' della pelle delle zone colpite.
Non tutti sanno, peró, che la psoriasi è una di quelle patologie per cui il Servizio Sanitario Nazionale offre, gratuitamente, a tutti i cittadini italiani due cicli di cure gratuite all'anno.
E' sufficiente la ricetta del proprio medico curante, per poter accedere alle cure termali, nei centri convenzionati con il SSN, senza pagare il relativo trattamento.
Ben 12 giorni, per donare alla pelle afflitta da questa fastidiosa patologia, un aiuto, soprattutto nel periodo invernale, quando l'assenza diretta del sole porta ad un peggioramento repentino della situazione.
E' infatti statisticamente provato che il sole apporta un netto miglioramento, ma piú ci si addentra nella stagione invernale, piú si creano placche che si arrossano e successivamente cominciano a desquamare e, nei casi piú gravi, portano addirittura il soggetto a sentire dolore.
Le terme sono un valido aiuto per chi soffre di psoriasi, sia dal punto di vista psicologico (l'ambiente termale è per antonomasia un ambiente rilassante), sia dal punto di vista medico, in quanto la pelle, trattata con la giusta acqua termale, ritrova il giusto equilibrio, con miglioramenti quasi istantanei.
Su TermeGratis.Com troverete qualche informazione utile da conoscere, prima di effettuare le cure.
Consigliamo perció di non perdere tempo e presentarsi dal medico di fiducia per chiedere informazioni sul ciclo di cure termali non appena i primi disturbi si presentano.
Scegli la localitá termale piú vicino a te ed affidati a medici esperti che si prenderanno cura di te mentre tu non dovrai far altro che rilassarti!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 19 settembre 2012

IL TRENTINO E LE SUE TERME

Trentino: Dolomiti, Lago di Garda, piste da sci, ottimi vini e... benessere termale!

Il Trentino possiede un numero elevatissimo di sorgenti termali: chi non ha mai sentito parlare delle stupende aree termali trentine di Levico Terme, Merano, Pejo o Comano Terme?
Una delle localitá termali più conosciute e frequentate del Trentino è di sicuro Levico Terme, in provincia di Trento. Una delle poche in Italia ad offrire una preziosa acqua arsenicale.
Se ci fosse ancora qualche dubbio, sí! Parliamo di acque all'arsenico, il famoso veleno.
Ma niente paura, è scientificamente provato che la quantitá di arsenico presente in queste acque fredde e ferruginose non apporta alcun danno all'organismo, anzi!
Sembra che queste acque siano utilissime per trattare le patologie delle alte vie respiratorie, per combattere artrosi e reumatismi, patologie legate alla tiroide, e sembrano avere anche utili riscontri nelle cura di patologie ansiose.
Un'altra localitá termale molto frequentata dagli amanti delle terme è Comano Terme, inserita in un contesto naturalistico di inestimabile valore tra il lago di Garda e le Dolomiti del Brenta.
Le sorgenti termali di Comano offrono acque oligominerali ipotermali bicarbonato magnesiache, utilizzate principalmente per trattare psoriasi ed altre allergie della pelle.
Verde, pace, tranquillità, sono l'imperativo di chi è alla ricerca di una vacanza all’insegna della natura e del benessere, secondo le regole dettate dall'antica tradizione di ospitalità trentina. Nulla di più piacevole, dopo una mattina passata alle terme, di riscoprire gli antichi borghi contadini dove rivivere usi, costumi e, soprattutto, la buonissima cucina del posto.
E cosa dire di Merano e delle sue acque fredde radioattive oligominerali?
Radioattive? Proprio cosí!
Sembra che il Trentino campeggi nella classifica delle acque pericolose!
Ovviamente scherziamo! Anche in questo caso risulta scientificamente provato che le acque al radon di Merano, 'leggermente' radioattive, hanno proprietà analgesiche, sedative ed ipotensive, introvabili in altri tipi di acque termali.
Merano significa benessere, sci, canottaggio, golf, trekking, cavalcate ed escursioni nei boschi, senza parlare di tutte le altre attività folkloristiche che la cittadina offre per intrattenere i suoi ospiti.
Infine, ci permettiamo di annoverare tra le tante localitá termali trentine, Pejo Terme, una stupenda cittadina inserita tra i due parchi naturali dello Stelvio e dell'Adamello, a pochi passi dalle piste da sci e dai laghi alpini del Trentino. Le cinque sorgenti di acqua fredda erano conosciutissime sin dai tempi della dinastia degli Asburgo, che già allora si faceva imbottigliare e spedire le bottiglie di acqua.
Si tratta di acque oligominerali fredde, utilizzate soprattutto nelle terapie idropiniche per stimolare la diuresi ed eliminare gli acidi urici, di acque bicarbonato ferruginose, utilizzate nella cura di gastriti ed ulcere e nelle anemie carenziali di ferro, e di acque di tipo carbonico, utilizzata per la prevenzione dei calcoli e dell'osteoporosi.
Per ulteriori informazioni, consultare le pagine di Termelandia.It, dedicate a queste invitanti localitá termali trentine.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

sabato 8 settembre 2012

CELLULITE, CHE STRESS!

Non esiste sito, giornale, forum o blog dedicato alla salute che non presenti almeno un accenno alla nemica numero uno delle donne: la cellulite.

Anche noi di Termelandia.It non saremo da meno.

Fa capolino prestissimo, inizia come un piccolo alone sul lato B, quindi attacca i fianchi, le cosce, le gambe.
Sembra di giocare a Risiko: ogni anno una regione del corpo femminile cede il passo a questa irriducibile patologia che sembra affettare la maggioranza delle donne dai 25 in su.
Le riviste patinate mostrano, oggi, la foto di una modella perfetta, senza un filo di cellulite, per poi vendere, domani, l'inesorabile scoop che dimostra che anche la nostra 'bella delle belle' ha ceduto al nemico numero uno qualche centimetro del suo milionario corpo.
Ma cos'é la cellulite? E' davvero da considerarsi una malattia? E' possibile combatterla? Esistono donne 'esenti'?
Belle domande! Di certo c'é solo che, se la maggioranza degli uomini ammettono di non essere per nulla impressionati da una pelle a buccia d'arancia o da quei micidiali cuscinetti adiposi, ogni donna presente sulla faccia della terra venderebbe l'anima al diavolo per trovare la ricetta giusta per liberarsi da quella seconda fastidiosissima pelle!.
Il problema sembra non essere solo il brutto aspetto: la maggioranza degli esperti dice che si tratta di una patologia seria, legata alla circolazione: quei ristagni di liquido altro non sono che il campanello d'allarme di qualcosa che non va.
Se fosse cosí peró la stragrande maggioranza delle donne sarebbe da considerarsi 'malata'!
I dubbi iniziano a farsi strada: se la cellulite è una normale conseguenza del passare degli anni, a cosa servono le creme, le pillole, i massaggi alle terme, le ore in palestra?
Altri dubbi sorgono inesorabili: ma se poi effettivamente alimentazione, sport e creme sono utili ad arginare il problema, devo arrendermi cosí presto?
Tra una indecisione e l'altra la cellulite ha ricoperto un altro centimetro di pelle.
Cosa fare allora? Nel dubbio sembra che le donne preferiscano continuare a combatterla.
Qualche ora di palestra per rendere piú tonico lato B e gambe, una sana alimentazione, con frutta e verdura in primo piano (e qualche croissant in meno), qualche seduta di linfodrenaggio, una seduta di fangoterapia e, per chi non ha problemi di portafoglio, una 'ritoccatina' con qualche nuova terapia invasiva.
Venderemo caro il prossimo centimetro di pelle!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

mercoledì 29 agosto 2012

BELLA ED IPERTERMALE: ISCHIA.

E' arrivata l'ora di conoscere meglio una localitá termale famosissima per le sue manifestazioni termali.

Si tratta di Ischia, un'isola vulcanica situata nel Mar Tirreno, a trenta Km dalla cittá di Napoli.
Gli stabilimenti termali di Ischia sfruttano le acque cloruro-sodiche e le acque bicarbonate che risalgono dal sottosuolo, sospinte dalle numerose sorgenti di calore sotterranee di origine vulcanica. Arricchite dai sali minerali che incontrano nei vari terreni che attraversano, le acque ipertermali di Ischia contengono anche una minima quantità di radon, un raro gas che sembra apportare benefici in varie patologie.
Tutte caratteristiche che rendono le acque termali di Ischia ideali per la preparazione dei fanghi termali.
Sempre ad Ischia risulta possibile beneficiare delle grotte termali: cavità geologiche, naturali o artificiali, in cui viene immessa una sorgente di acqua termale minerale ad alta temperatura. La terapia risulta molto utile in presenza di patologie dell'apparato respiratorio e dell'apparato osteoarticolare.
Pochi sanno però che ad Ischia esistono anche delle sorgenti ipertermali assolutamente libere, cioè frequentabili a qualsiasi ora del giorno e della notte, senza dover spendere un solo centesimo!
Uno di questi luoghi termali liberi è incastonato tra rocce a strapiombo sul mare in località Sorgeto, frazione Panza del Comune di Forio d'Ischia.
Si tratta di una località di una bellezza indescrivibile, con acque ipertermali che fuoriescono dal fondale marino ad una temperatura prossima ai 90° creando così una preziosa miscela di acqua marina/acqua termale, utilizzata negli stabilimenti termali per la talassoterapia, che comprende tutte quelle terapie effettuate con acqua di mare.
Sempre ad Ischia esistono anche delle manifestazioni di termalismo naturale, dette Fumarole.
Si tratta di fenomeni di emissione di vapore acqueo, unito ad altre sostanze gassose che, dopo lunghi percorsi di risalita dal sottosuolo, sfogano la loro pressione direttamente in superficie o si disperdono in prossimità della superficie quando incontrano terreni porosi e molto permeabili.
Succede proprio questo in alcune spiagge di Ischia: il vapore sale fino ad incontrare la sabbia e qui si perde tra i granelli, surriscaldando gli strati sovrastanti, fino ad arrivare a temperature comprese tra i 46 ed i 100°C. Ottimo per le sabbiature, sempre che non ci si scotti!
Approfittiamo della situazione per ricordare che l'autodiagnosi e l'autoterapia possono risultare pericolose per la salute, perció si consiglia di effettuare controlli medici specifici prima di intrapprendere qualsiasi cura fai da te.
A dirla tutta, Ischia non è quel che si suol dire una localitá termale a portata di tutte le tasche.
Gli hotel dotati di comfort extra lusso con reparto termale incorporato, sono abbastanza cari, anche se il rapporto qualitá/prezzo resta altissimo!
Certo, ci sono molti hotel a prezzo medio, ma il problema principale in questo caso è il rischio di trovare il tutto esaurito, perció si consiglia di prenotare molto in anticipo rispetto ai tempi di soggiorno.
Napoli e dintorni offrono comunque un'ottima accoglienza e, con un po' di pazienza, è anche possibile trovare soluzioni più economiche di quelle offerte sull'isola.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 26 agosto 2012

TERME RIGENERANTI POST VACANZE

Partire per le vacanze! Pensiero fisso che ci accompagna per tutto il lungo inverno.

Si spera sempre che una volta effettuata la vacanza il dolce ricordo possa accompagnarci fino alla successiva estate, ma una volta rientrati nella nostra preziosa casetta, la depressione post vacanza ci colpisce inesorabilmente e lo specchio non aiuta! Dopo tutti quei giorni passati in palestra per prepararci alla prova costume, il risultato delle calde serate a tavola ed il dolce far niente sta lí, in bella vista!
Un modo per combattere la depressione e far risalire l'autostima peró esiste e sta tutto in una parola: TERME.
Sembra impossibile e sarcastico in tempi di crisi pensare che dopo le vacanze il nostro portafoglio possa sopportare una spesa per riprenderci dalle vacanze, ma, in fondo in fondo, se ci pensiamo bene, qualche giorno di relax e di preparazione alla lunga sessione lavorativa prima del Natale vale piú dei soldini che spenderemmo per le nostre cure alle terme.
Basta qualche piccolo accorgimento e vedremo che qualche giorno alle terme non risulta poi cosí impossibile.
Un piccolo hotel o una pensione dove pernottare, invece di passare la notte nel carissimo centro termale all'avanguardia dove effettuare le cure, ed ecco un congruo gruzzolo risparmiato per altre esigenze o da investire in trattamenti termali rigeneranti.
L'unico inconveniente sará quello di recarsi al mattino presto nel centro termale, ma vale di piú doversi svegliare mezzoretta prima o un trattamento anticellulite in piú. A voi l'ardua sentenza!
Non avete idea dei costi? L'offerta termale rigenerante post vacanza è cosí ampia e variegata che avrete problemi a decidere.
Per esempio, un soggiorno rigenerante tipo di tre giorni potrebbe comprendere:
- bagno turco
- gommage al fango liofilizzato
- idromassaggio con cromoterapia
- massaggio nutriente
- trattamento viso alla Vitamina C
- levigatura corpo con sale marino
- fango detossinante maturo
- un massaggio all'olio d'oliva
- un linfodrenaggio
- un idromassaggio agli aromi drenanti
Aggiungiamo un hotel tre stelle in camera doppia pensione completa e la nostra spesa si aggirerá intorno ai 350 euro, ancora assottigliabili se ci accontentiamo di pranzi 'a sacco', vista la crisi!!
Stesso prezzo per un soggiorno anticellulite comprendente:
- levigatura corpo con sale marino
- detossinante al fango maturo
- massaggio all'olio d'oliva
- linfodrenaggio
- idromassaggio con cromoterapia agli aromi drenanti
- hotel tre stelle
Risparmiare alle terme si puó!

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 19 agosto 2012

TERME CLASSICHE: ABANO TERME.

Le Terme in Veneto vantano una tradizione davvero invidiabile.

Innanzitutto perché i veneti hanno fatto dell'ospitalità (soprattutto quella relativa alle terme) un'arte. Proprio al Veneto infatti è legato il culto del dio Aponus, il dio greco delle acque calde o termali.
Da qui deriva anche il nome di Abano, uno dei centri termali più rinomati ed all'avanguardia di tutta la regione veneta.
In secondo luogo, la forte tradizione termale si riferisce alle acque presenti sul territorio veneto.
Si tratta essenzialmente di due tipi di acque: quelle clorurato sodiche bromoiodurate litiose radioattive che sgorgano alla temperatura di 87° C e provengono dalle Prealpi sopra Verona e quelle bicarbonato alcaline, provenienti dalle pendici delle Piccole Dolomiti
L'eccellenza delle terme venete è legata alle cosiddette Terme Euganee, di cui fanno parte appunto Abano Terme, Montegrotto Terme, Battaglia Terme e Galzignano Terme.
Abano Terme è una famosa località in provincia di Padova che deve la sua popolaritá al potere benefico delle sue sorgenti salsobromoiodiche.
Da queste sgorgano acque ipertermali conosciute ed apprezzate ancor prima dell'avvento della civiltà romana.
Abano Terme risulta facilmente raggiungibile ed in grado di sostenere un afflusso davvero notevole di turisti, grazie ad una presenza capillare e di alta qualità di alberghi ed ogni sorta di strutture ricettive.
Abano Terme offre all'amante delle terme la più ampia gamma di trattamenti possibile. Nel campo della fangoterapia e delle cure inalatorie raggiunge peró il non plus ultra!
A differenza di altre famose localitá termali, la particolaritá della quasi totalitá degli hotel termali di Abano Terme  è quella di possedere un vero e proprio pozzo da cui ricavare le preziose acque termali salsobromoiodiche.
Ció significa che chi visita Abano Terme puó pernottare nello stesso hotel dove al mattino avranno inizio le cure termali, senza doversi spostare nel centro benessere piú vicino.
Sveglia e subito accappatoio, per qualche ora di relax termale a 360°!
In questo modo comodità, privacy e discrezione sono messi a disposizione dei clienti delle terme, il tutto accompagnato dalla presenza di medici e professionisti direttamente in hotel.
La zona intorno alle terme di Abano è molto ben organizzata: sono presenti numerosi spazi dedicati a varie discipline sportive, come tennis, equitazione, golf, percorsi per jogging e bicicletta.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

venerdì 10 agosto 2012

ACQUE DELLA SALUTE

Quante volte abbiamo sentito la frase 'semplice come un bicchiere d'acqua'?

Niente di piú sbagliato!
E' ovvio che con la corrente crisi economica, la prima cosa a cui si rinuncia è la nostra cara acqua in bottiglia.
Il ritorno all'acqua del rubinetto sembra essere un must per la maggioranza degli italiani, sempre che particolari patologie digestive non costringano a bere particolari acque termali.
Eh si, Petrarca aveva ragione! Vi siete mai chiesti perché Il poeta parlava di 'Chiare, fresche e dolci acque' al PLURALE? Perché giá all'epoca si sapeva che esiste una classificazione molto varia di tipi di acque!
Inoltre ogni tipo di acqua possiede differenti quantità di elementi, o combinazioni di elementi, utili al nostro metabolismo e indispensabili per attivare alcuni importantissimi meccanismi biologici.
Per saperne di piú vi consigliamo di leggere l'interessante rassegna sui differenti tipi di acque contenuta nel sito Termelandia.It, ricordandovi che è sempre indispensabile consultare un dietologo prima di iniziare una cura idropinica.
Lasciata da parte la quarantennale diatriba sulla bontá dell'acqua in bottiglia rispetto a quella della rete pubblica, parliamo oggi proprio di quelle persone che per particolari esigenze metaboliche devono necessariamente bere acque 'particolari'.
Non è cosí semplice come sembra scegliere l'acqua piú adatta a ciascun tipo di organismo!
Prima di tutto, e soprattutto in questo caso, il fai da te puó risultare deleterio, soprattutto se si è affetti da patologie dell'apparato gastro-enterico.
La scelta dipende dal disturbo o dalla patologia di cui siamo affetti.
Per esempio, sembra che le acque arsenicali risultino utili per contrastare le anemie con carenza di ferro, le acque bicarbonate per curare disturbi gastrointestinali e per neutralizzare l'acidità gastrica, le acque carboniche per l’eccesso di acidità delle secrezioni gastriche, le acque oligominerali per contrastare patologie dell'apparato urinario ed alcune alterazioni metaboliche come l'iperuricemia e la gotta.
Il consiglio è quello di andare da un dietologo e, insieme al semplice check up, chiedere un consiglio sull'acqua piú consona alle nostre esigenze.
In secondo luogo è consigliato un ciclo di cure idropiniche per 'depurare' il nostro organismo almeno due volte l'anno, ovviamente avendo l'accortezza di continuare la cura una volta a casa e durante tutto l'anno.
Ricordiamo che le cure idropiniche sono cure 'convenzionate', perció alcune categorie di persone possono usufruire delle due settimane prescritte gratuitamente, o quasi.
Per saperne di piú vi consigliamo di dare uno sguardo alla sezione 'TERME GRATIS' del sito Termelandia.It.

A presto!
Il Team di Termelandia.It



lunedì 6 agosto 2012

TERME D'ESTATE!

Alla ricerca del Benessere anche d'estate? Si puó!

La maggior parte degli amanti delle Terme e del Relax preferiscono usufruire delle canoniche due settimane alle Terme 'dopo' le vacanze estive. Si sa, cene da favola e dolce far niente appesantiscono ed alcuni di noi potrebbero sentire il peso del ritorno al lavoro fuori forma.
La soluzione potrebbe essere davvero semplice! Perché non abbinare la nostra vacanza al mare a qualche ora da passare in un centro termale?
A pensarci bene non é una cattiva idea! Bastano due ore al mattino, prima di andare al mare e voilá! Due vacanze allo stesso tempo!
Immaginiamo: soggiorno a Lignano Sabbiadoro, due passi dal mare, un centro termale e benessere favoloso a nostra disposizione! Possiamo prenotare un albergo qualsiasi, se non vogliamo pesare troppo sul nostro budget, quindi ci recheremo in mattinata al centro termale, per il nostro ciclo di cure idropiniche, un bel massaggio anticellulite, il programma antiage con apparecchiature all’avanguardia, qualche trattamento corpo mirato al dimagrimento ed alla riduzione degli accumuli adiposi e delle imperfezioni cutanee localizzate.
Problemi alle vie respiratorie? L'utilizzo dell'acqua marina di Lignano Sabbiadoro è obbligatoria!
Disturbi reumatici? I fanghi d’alghe di Lignano sono a ben dire 'miracolosi'!
E c'é ancora il tempo di lavorare su quel doloretto alla spalla che ci disturba tutto l'anno. Il centro specializzato di Lignano è il non plus ultra per i trattamenti ortopedici!
...e poi via in spiaggia per rilassarci e goderci una vacanza all'insegna del sole e del mare!
Una vacanza da sogno facilmente organizzabile e non eccessivamente cara, se si pensa con un pó di anticipo alla prenotazione di un hotel a buon prezzo!
Consigliamo un check up medico 'prima' di partire per le vacanze, anche se ricordiamo che chiunque voglia usufruire di specifici trattamenti termali, verrá sottoposto a controllo medico nel centro termale stesso, 'prima' di iniziare i trattamenti.
Ricordiamo inoltre che determinate categorie di persone possono usufruire 'gratuitamente' di alcuni tipi di trattamenti termali, perció è bene informarsi prima di partire per le vacanze. Potrete trovare qualche informazione in piú su www.Termelandia.It, alla sezione TERME GRATIS.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

giovedì 2 agosto 2012

REUMATISMI E TERME

Alzi la mano chi puó affermare di non aver mai sofferto di reumatismi almeno una volta nella vita!

I pochi fortunati farebbero bene a ripensarci, perché ANCHE loro, almeno una volta nella vita, avranno sofferto di uno dei piú di duecento disturbi che rientrano nella sindrome detta comunemente 'reumatismo'.
Avete letto bene! Ben 200 disturbi possono essere collegati a questa sindrome.
Infiammazione delle articolazioni che non migliorano con il riposo, mal di schiena, borsiti, tendiniti, dolore muscolare associato a rigidità, osteoartrosi, artrite psoriasica, febbre reumatica, lupus, vasculite, dolore ai tendini dei muscoli flessori della mano, ...
Il termine 'reumatismo' in sé e per sé non significa granché. Infatti, non si tratta di un termine strettamente medico, o almeno non piú. In medicina si parla di malattie reumatiche riferendosi a sindromi dolorose del tessuto connettivo, ma clinica, diagnosi e trattamenti sono differenti a seconda del disturbo che si deve trattare.
Insomma, tecnicamente non si potrebbe dire 'Dottore mi aiuti, ho i reumatismi!'.
In pratica quando si sente quel dolore sordo che sembra provenire direttamente dalle ossa o da un punto imprecisato a ridosso di un osso o di una cartilagine, un dolore che si sposta, che ci stressa e ci impedisce di riposare fino a che nel migliore dei casi non assumiamo un antidolorifico, ebbene sí, 'quello' potrebbe essere uno dei famosi 200 disturbi!
Non siamo qui per elencare questi disturbi o dare una soluzione definitiva a quel dolore. No! Se migliaia di anni di studio e ricerca non hanno potuto risolvere il problema, non vorrete che un semplice blogger possa trovare la soluzione di tutti i mali!
Possiamo invece parlare di un palliativo ai dolori reumatici perché, diciamo la veritá, la medicina tradizionale non sembra in grado di risolvere definitivamente il problema, ma il solo sapere che è possibile attenuare quel benedetto dolore alla gamba, alla schiena o al collo, procura giá un certo sollievo?
Ecco venire in nostro aiuto la medicina termale.
Studi clinici dimostrano che qualche seduta di sabbiatura, balneoterapia, fanghi termalitalassoterapia, possono davvero aiutare a combattere questo tipo di disturbi, che possono rendere la nostra vita un inferno (parola di chi, in prima persona, soffre di 'reumatismi'!)!
Detto ció ecco una 'chicca' che vi convincerá a fare un pensierino ad un soggiorno alle Terme: le malattie reumatiche sono comprese nelle cure termali convenzionate, cioé quel tipo di malattie per cui il SSN consiglia un ciclo di fanghi e di bagni termali di due settimane, quasi o del tutto GRATIS! Non ci credete? Date un'occhiata qui: Terme Gratis.

A presto!
Il Team di Termelandia.It


giovedì 26 luglio 2012

TERME E TRATTAMENTI TERMALI


Le terme in Italia sono divenute negli ultimi tempi sinonimo di un nuovo tipo di turismo tutto da scoprire, fatto di relax e piacere, e adatto a tutti: dai giovani alla scoperta di cure di bellezza per migliorare il proprio aspetto fisico, ai meno giovani alla ricerca delle classiche cure termali per alleviare disturbi più o meno gravi.
Scopo principale della medicina legata alle terme è infatti curare i disturbi di chi pratica attività sportiva, offrire cure riabilitative dopo eventi traumatici, proporre cure alternative per patologie otorinolaringoiatriche, per malattie cardiovascolari, reumatiche e dermatologiche, dell'apparato urinario e di quello gastroenterico.
All'interno delle terme, che sfruttano direttamente le proprietà benefiche delle locali risorse naturali, come i bagni termali ed i fanghi termali, si trovano però anche palestre, bagni turchi, saune, vasche idromassaggio, sale per massaggi e cure di bellezza.
Due parole: Benessere Termale. La domanda di servizi legati alle terme in Italia infatti è in forte crescita e proviene da una vasta fascia di utenza che punta essenzialmente al ritrovo del giusto equilibrio fisico e psichico e ad un periodo di totale relax.
Le terme sono così divenute la punta di diamante del sistema ricettivo italiano ed ogni località termale cerca di valorizzare al meglio anche le risorse naturali ed artificiali circostanti per dare la possibilità al cliente di godere una vacanza a 360 gradi, fatta di relax, ma anche di cultura, arte e divertimento. In Italia non c'è che l'imbarazzo della scelta per una vacanza termale: chi vuole ritagliarsi uno spazio per alleggerire il proprio corpo dalle fatiche quotidiane sceglierà luoghi termali totalmente immersi nel verde e nel silenzio (Acqui Terme, Chianciano Terme o Salsomaggiore Terme).
Le terme situate vicino alle città d'arte saranno luoghi ideali per chi vuole abbinare il relax delle terme alla visita della Bella Italia (Ischia o Sirmione). Alcune centri termali vicini a località balneari permetteranno di trascorrere allo stesso tempo rigeneranti soggiorni alle terme e divertenti vacanze al mare (le terme di Lignano Sabbiadoro).
Chi adora giocare a golf, dopo i rigeneranti trattamenti termali, non avrà che da scegliere tra gli ormai numerosi centri termali con annessi campi da golf (Montecatini Terme o Abano Terme). Si consiglia comunque di studiare in anticipo il piano termale da seguire, dato che i prezzi delle singole cure e dei trattamenti estetici variano molto da struttura a struttura, così come variano di molto anche i prezzi delle strutture ricettive collegate alle terme. Prenotando le terme online si può approfittare di offerte molto più vantaggiose di quelle fatte telefonicamente o direttamente sul posto, con la soddisfazione di regalarsi qualche trattamento di bellezza in più allo stesso prezzo.

A presto!
Il Team di Termelandia.It

domenica 15 luglio 2012

IL BLOG DI TERMELANDIA

Salute e Benessere sempre in primo piano!

Quando si parla di TERME e BENESSERE la maggior parte di noi immagina un mondo di massaggi, saune vaporose, vasche di acqua calda piene di bollicine, luci soffuse, profumi dolci e rilassanti e personale qualificato a cui affidarsi.
Parlare di 'Terme' è effettivamente tutto questo, ma parliamo chiaro!
Quanto costa un soggiorno di una settimana in un Centro Termale? In un periodo di crisi economica come questo che stiamo passando, possiamo ben dire che una settimana defatigante alle Terme non è piú compresa nel paniere di beni e servizi essenziali per la vita dignitosa del cittadino medio italiano.
Se fino a qualche anno fa Tizio e Caia potevano permettersi di scegliere tra una settimana in montagna o una settimana al mare, oggi i nostri beniamini devono scegliere tra saldare la rata del mutuo della casa o la rata del prestito per acquistare un'automobile!
In tempi cosí tristi la parola d'ordine è RISPARMIARE!
Saldi, sconti, offerte, coupon, sono diventate parole di punta in un mondo dove le spese relative al Benessere, Bellezza e Cosmetici stanno diminuendo ad un ritmo allarmante.
Come in molti altri campi, il Web ci viene in aiuto anche in questo caso. Un nuovo filone di pensiero, a dire il vero nato molti anni fa, sta facendo sempre piú sentire la sua voce. Post, sussurri telematici, email, ci parlano di un mondo termale sommerso e sconosciuto, di posti magici ed incantati, tramandati tra amici in confidenza.
Sono pozze d'acqua termale ai piedi di montagne innevate, cascatelle di acqua tiepida in cui immergersi nelle fredde notti d'inverno, splendide spiagge dalle onde fumanti, fanghi naturali da spalmare ASSOLUTAMENTE GRATIS!
Non è un sogno, è la pura realtá.
E' arrivato il momento di chiederci:
1) ma dove sono questi posti?
2) come arrivarci?
3) cosa possiamo aspettarci?
La risposta é semplice: www.Termelandia.It, il nuovo portale dedicato esclusivamente alle Terme e Benessere. Si tratta di un sito di facile navigazione, scritto in maniera semplice e lineare e, soprattutto, adatto alla gente di tutte le etá e cultura.
Termelandia.It si occupa di censire le localitá termali italiane, di presentare alcune patologie e la loro cura con rimedi assolutamente naturali, o meglio 'termali' e, tra le altre cose, presenta un'interessante sezione, interamente dedicata alle TERME LIBERE, cioé a quelle localitá termali che si possono frequentare senza pagare biglietti d'ingresso, in quanto non c'é alcuna 'entrata'!
Il nostro consiglio è quello di partire alla ricerca di questi posti meravigliosi, godersi il relax e i benefici delle acque termali e, soprattutto, RISPETTARE la natura incontaminata che ancora puó offrire cosí tanto e gratuitamente!

A presto!
Il Team di Termelandia.It